Convertito in Legge lo scorso luglio 2020, l'art. 119 del Decreto Rilancio racchiude la chiave per la ripresa dell'economia e dell'imprese edili, dopo aver fronteggiato un periodo di arresto delle attività.

BocchiGroup ha analizzato riga dopo riga, ogni interpretazione ed ogni integrazione.

Abbiamo contattato, e ci siamo confrontati, con studi tecnici e amministratori condominiali, per assimilare e trasmettere ai nostri clienti i concetti base della normativa

Perché investire nel mercato del risparmio energetico?

Abbiamo acquisito la consapevolezza che non possiamo fermare la crescita del fabbisogno di energia, ma possiamo contribuire a cambiare il modo di utilizzarla.

Chi può richiedere il Superbonus?

PRIVATI

CONDOMINIO

ISTITUTI AUTONOMI CASE POPOLARI

o enti analoghi

COOPERATIVE DI ABITAZIONE

e proprietà indivisa

ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE

di utilità sociale e di promozione sociale

ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE


In che cosa consiste il Superbonus 110%?

1. È RICHIESTA UNA LAVORAZIONE TRAINANTE, CHE PERMETTE DI POTER ACCEDERE AL SUPERBONUS

▶️ POSA DEL CAPPOTTO TERMICO

▶️ SOSTITUZIONE IMPIANTI IDRO-TERMO-SANITARI

2. È POSSIBILE AGGANCIARE LE SEGUENTI LAVORAZIONI:

▶️ INTERVENTI LEGATI ALLE VECCHIE DETRAZIONI (50/65/70/75/80/85%)

▶️ INSTALLAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO CON SISTEMA DI ACCUMULO

▶️ COLONNINA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI

REQUISITO FONDAMENTALE:

LE LAVORAZIONI DI ECOBONUS DEVONO COMPORTARE AD UN AUMENTO DI ALMENO 2 CLASSI ENERGETICHE, O PORTARLA AL MASSIMO DISPONIBILE, RISPETTO ALLA SITUAZIONE PRECEDENTE.

VERIFICA ATTRAVERSO ATTESTAZIONE DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE)


Le lavorazioni previste per il sismabonus (interventi di cui ai commi da 1-bis a 1-septies dell’articolo 16 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90) danno diritto al super bonus al 110%. È possibile eseguire congiuntamente le lavorazioni trainati.

Gli edifici situati nella zona sismica 4 non sono compresi.

In caso di cessione del credito ad un’impresa di assicurazione, la polizza stipulata per la copertura del rischio di eventi calamitosi sarà detraibile al 90%.

La detrazione è riconosciuta per la realizzazione di sistemi di monitoraggio strutturale a fine antisismici.


3. A FINE LAVORI IL COMMITTENTE POTRÀ RICHIEDERE LO SCONTO IN FATTURA OPPURE LA CESSIONE DEL CREDITO.

L’IMPRESA A SUA VOLTA POTRÀ CEDERLO A TERZI (BANCHE / SOCIETÀ FINANZIARIE)

Di seguito i vari riassunti della normativa, con integrazione delle linee guida emesse dall'Agenzia delle Entrate:

Chiamaci allo+39 0535 414066 Oppure compila il form

Contattaci per info efficientamento energetico
Invio