Sono 249 i milioni di euro stanziati dalla Regione Emilia-Romagna per la realizzazione di nuove strategie di valorizzazione energetica.

Il primo marzo u.s. l’assemblea legislativa ha approvato il piano energetico, che ha portato alla realizzazione di convegni che vedranno la partecipazione di imprese, tecnici, cittadini, enti ed associazioni.

L’obiettivo fissato è ridurre già  entro il 2020 del 20% l’utilizzo di combustibili inquinanti ed entro il 2030 del 40%, rispetto ai livelli registrati nel 1990. Questo determinerebbe un conseguente incremento nell’utilizzo di tecnologie che utilizzano fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica del 27% entro il 2030.

Il piano coinvolgerebbe anche il settore trasporti, nell’utilizzo di energia elettrica e termica.

L’Assessore Costi dichiara: “Questo Piano non solo contribuisce al risparmio energetico attingendo da fonti alternative a costi ridotti, ma favorisce uno sviluppo inclusivo, mettendo in campo nuove opportunità costruttive e creando nuovi posti di lavoro … L’imperativo è migliorare la qualità  della vita intervenendo in materia di clima e energia: non dimentichiamo che proprio il tema energetico è trasversale a tutti i Piani che la Regione sta mettendo in atto per le imprese, i trasporti, l’agricoltura, la gestione dei rifiuti, l’innovazione”.

Anche noi della Bocchi Group, nell’ambito del nostro contesto aziendale, da alcuni anni abbiamo il piacere di utilizzare l’energia di un impianto fotovoltaico con “scambio sul posto”, installato su una delle nostre strutture, contribuendo così alla riduzione dei consumi inquinanti.

Crediamo in un benessere condiviso, che coinvolga le istituzioni pubbliche, i Cittadini e le Imprese, con l’obiettivo di creare condizioni di vita più adeguate per noi e per il pianeta.

 

[Fonte: Portale della Regione Emilia Romagna]